Approvato il piano antenne del Comune di Massa (MS)

Tratto da www.comune.massa.ms.it

Il Consiglio Comunale, nella seduta di giovedì 22 dicembre 2011 ha approvato il Piano territoriale per l’installazione di stazioni radio base per la telefonia mobile.

Il Piano prevede l’installazione di impianti presso il cimitero di Altagnana, a Caglieglia, al parcheggio di Casania e alla Casa del Popolo di Forno per garantire la copertura e cioè l’arrivo del segnale per la comunicazione cellulare anche nei paesi a monte di Massa.

“Si tratta di un risultato positivo per il nostro territorio – commenta soddisfatto l’assessore all’ambiente Andrea Ofretti che aggiunge – l’approvazione del Piano consente di passare immediatamente alla fase esecutiva con la firma dei contratti con le singole compagnie telefoniche per avviare effettivamente i lavori e l’istallazione delle antenne che porranno fine all’isolamento telefonico dei paesi di montagna.”

Il risultato arriva alla fine di una lunga trattativa tra Amministrazione e compagnie telefoniche poco interessate per motivi economici alla costruzione di impianti nei paesi a monte – solitamente meno popolosi quindi meno remunerativi – rispetto alle frazioni di pianura.

Nel 2009 l’Amministrazione aveva infatti sospeso ogni autorizzazione all’installazione di nuovi impianti sul territorio comunale, compreso appunto la più appetibile zona marinella, fino a quando le compagnie telefoniche non si fossero impegnate a realizzare impianti anche a monte come previsto dal piano antenne del 2005.

Nel tentativo di superare l’impasse, nel marzo 2010, Vodafone aveva avanzato una proposta per realizzare tre impianti in montagna ma il progetto fu bloccato dalla Sovrintendenza ai beni paesaggistici perché ritenuto troppo impattante.

Per l’odierno “via libera” i tecnici della compagnia di concerto con i responsabili comunali hanno dovuto rivedere il progetto perché fosse in sintonia con i dettami della Sovrintendenza. Per gli impianti a Forno, Altagnana e Antona le pratiche sono già state depositate all’Ufficio Gare e Contratti e presto la copertura di quelle frazioni dovrebbe essere assicurata.

Novità del nuovo Piano la possibilità di installare impianti solo su terreni comunali con la previsione di sgravi per le zone di montagna dove l’affitto costerà meno. Infine è prevista una razionalizzazione delle antenne già esistenti lungo la fascia di costa con probabili accorpamenti e, per il futuro, una scelta accurata dei luoghi per il posizionamento di nuove strutture