Una sentenza spinge i Comuni a tutelarsi nella maniera più efficace

Sempre più consolidato l’orientamento della giurisprudenza: i Comuni possono bloccare la realizzazione di infrastrutture per la telefonia mobile solo adottando un Piano di localizzazione delle antenne.

Ma attenzione: i Comuni non possono bloccare la realizzazione di infrastrutture per le comunicazioni elettroniche per un periodo di tempo indeterminato, perché assimilate ad opere di urbanizzazione primaria.

Il TAR Puglia ha dichiarato illegittima la decisione del Comune di Ostuni (BR) di negare l’autorizzazione per la realizzazione di un impianto di radiotelecomunicazioni per telefonia cellulare: l’amministrazione aveva opposto il divieto di installare nuove antenne in attesa dell’attivazione di un sistema di monitoraggio sulle aree interessate, ma questo costituisce un ostacolo temporale indeterminato e pertanto illegittimo.

Attenzione, dunque, alle motivazioni da addurre per bloccare una installazione indesiderata: tali motivazioni devono essere inattaccabili.

TAR Puglia (Le), Sez. II n. 1973, del 10 dicembre 2012