Politica della Qualità


Polab S.r.l Laboratorio Elettromagnetico

 

Politica per la Qualità

 

Anno 2011

 

 

POLAB SRL individua le azioni, intese come passaggi fondamentali, per perseguire la propria

Politica della Qualità aziendale

In particolare vengono incoraggiate e promosse le seguenti considerazioni:

  • Il coinvolgimento più ampio e frequente di tutti i dipendenti, come prerequisito fondamentale per il continuo miglioramento del prodotto e del servizio.
  • Le attività inter funzionali sono lo strumento per realizzare efficacemente tale coinvolgimento e concorrere al miglioramento del prodotto.
  • Nell’ambito delle attività, come in qualsiasi momento lavorativo, devono essere favorite idee e proposte migliorative da qualsiasi livello esse provengano.
  • La programmazione delle attività, nonché i relativi strumenti di monitoraggio delle fasi di attuazione e verifica sono alla base dello svolgimento di tutte le azioni svolte dalla società.
  • Ciascun addetto dell’Impresa deve eseguire il proprio lavoro nel migliore dei modi, per consegnarlo all’addetto successivo completo e controllato.
  • I nostri Fornitori devono essere coinvolti nel nostro programma di miglioramento. Essi sono infatti un anello della nostra catena produttiva.
  • Il successo dell’Azienda passa attraverso il miglioramento professionale dei singoli addetti a tutti livelli. Deve essere pertanto prevista l’individuazione di un preciso e coerente Piano di Formazione volto all’effettiva crescita professionale.
  • La Direzione, a partire dalle esigenze del Cliente e da quelle del mercato, definisce annualmente un Piano di miglioramento, specificandone gli obiettivi per Funzione. Ciascun Responsabile di Funzione deve, sulla base di quanto indicato dalla Direzione, sviluppare i propri Obiettivi di Qualità.
  • Al fine di estendere ed innovare le tipologie di attività, l’azienda ha in programma l’ideazione e la realizzazione di prodotti innovativi rivolti al rilevamento e monitoraggio dell’inquinamento derivante dai campi elettromagnetici.

 

L’Amministratore Unico