Antenne indesiderate: illegittima l’ordinanza di sospensione per motivi di incolumità e pubblica sicurezza urbana

Comuni e antenne indesiderate. Il TAR di Catania si pronuncia: è illegittima l’ordinanza di sospensione dei lavori di installazione di un’antenna “al fine di prevenire e di eliminare gravi pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana”. Il sindaco del Comune di Furnari aveva emesso un’ordinanza per ottenere la sospensione dei lavori in quanto “l’installazione ha Leggi di piùAntenne indesiderate: illegittima l’ordinanza di sospensione per motivi di incolumità e pubblica sicurezza urbana[…]

Impianti di telefonia mobile: illegittimo imporre distanze dall’intera area urbanizzata

Il TAR Sicilia, in una recente sentenza, ha ribadito l’orientamento ormai costante e consolidato della giurisprudenza secondo il quale gli articoli 86 e 90 del d.lg. n. 259 del 2003, nello stabilire che le infrastrutture di reti pubbliche di comunicazione sono assimilate ad ogni effetto alle opere di urbanizzazione primaria e che gli impianti in Leggi di piùImpianti di telefonia mobile: illegittimo imporre distanze dall’intera area urbanizzata[…]

Legittimità delle distanze di sicurezza purché vengano individuate le aree idonee a fornire la copertura

Il Consiglio di Giustizia Amministrativa per la Regione Siciliana ribalta la sentenza del TAR Sicilia – sezione staccata di Catania (sezione prima) – n. 253 del 31 gennaio 2012 che dava ragione al ricorso di un gestore contro il Regolamento predisposto dal Comune di San Filippo del Mela, che prevede distanze di sicurezza (200 metri) da siti ritenuti sensibili.

Viene dichiarato legittimo predisporre un Regolamento Comunale per l’installazione degli impianti di telefonia mobile che preveda distanze di sicurezza, volte a tutelare siti ritenuti di particolare attenzione, purché la limitazione non comprometta una idonea collocazione degli impianti ai fini della ottimale fruibilità dei servizi. […]

TAR Sicilia: priorità e assoluta prevalenza del principio di precauzione

Il TAR Sicilia si pronuncia in difesa della priorità del principio di precauzione: nella recente sentenza del 9 luglio afferma la “priorità e assoluta prevalenza del principio di precauzione (art. 3 ter d. lgs 3 aprile 2006, n. 152) nonché dell’indispensabile presidio del diritto alla salute della comunità di Niscemi, non assoggettabile a misure anche Leggi di piùTAR Sicilia: priorità e assoluta prevalenza del principio di precauzione[…]