In Consiglio dei Ministri arrivano le modifiche al TU 81/08 in materia di Campi Elettromagnetici

campi-elettromagneticiNell’ultimo Consiglio dei Ministri del 29 aprile scorso è stato approvato uno schema di decreto legislativo che apporterà modifiche al Testo Unico di Sicurezza (D.Lgs. n.81/2008) in materia di campi elettromagnetici.

Su proposta del Ministero del lavoro e delle politiche sociali è stato, infatti, approvato uno schema di decreto legislativo che dà attuazione alla direttiva 2013/35/UE sulle disposizioni minime di sicurezza e di salute relative all’esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (campi elettromagnetici) che abroga la direttiva 2004/40/CE, al fine di adeguare l’ordinamento nazionale alla normativa europea in materia.

Nello specifico si prevedono modifiche al CAPO IV – Titolo VIII del TU n. 81/2008 (Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro) relativo alla “Protezione dei lavoratori dai rischi di esposizione a campi elettromagnetici”.

Questo significa che aziende e datori di lavoro (con relativi RSPP) saranno tenuti ad aggiornare ed adeguare il documento di valutazione dei rischi (DVR) con indagini e misure dei livelli di campo elettrico, magnetico ed elettromagnetico raffrontando i valori riscontrati con i nuovi limiti di esposizione introdotti dalla direttiva 2013/35/UE.

licenza CCQuesto articolo è distribuito con Licenza CC (Attribuzione – Non opere derivate – Non commerciale) 4.0 Internazionale. È possibile scaricare e condividere questo articolo solo citando Polab srl come autore, e a condizione che non venga modificato né utilizzato a scopi commerciali.